« A lungo durerà il mio viaggio e lunga è la via da percorrere.
Uscii sul mio carro ai primi albori del giorno, e proseguii il mio viaggio attraverso i deserti del mondo
lasciai la mia traccia su molte stelle e pianeti.
Sono le vie più remote che portano più vicino a te stesso;
è con lo studio più arduo che si ottiene la semplicità d’una melodia.
Il viandante deve bussare a molte porte straniere per arrivare alla sua,
e bisogna viaggiare per tutti i mondi esteriori per giungere infine al sacrario più segreto all’interno del cuore.
I miei occhi vagarono lontano prima che li chiudessi dicendo: «Eccoti!»
Il grido e la domanda: «Dove?» si sciolgono nelle lacrime di mille fiumi e inondano il mondo con la certezza: « lo sono!» »
(Rabindranath Tagore)

Questa poesia di Rabindranath Tagore ha accompagnato il mio primo cambiamento importante che ho portato nella mia vita  nel 1991. Oggi posso dire però che non  ho mai compreso fino in fondo il significato di queste meravigliose parole. Lo sto comprendendo adesso. Adesso che tramite Daiana ricomincio davvero il “viaggio tra mille stelle e pianeti”. Lo avevo iniziato mille anni fa, e per una ragione che ancora non conosco, interrotto.
Daiana e la mia Amica Daniela, mi hanno teso la mano ed eccomi qui.
I Fiori di Bach che Daiana mi ha consigliato, hanno iniziato il cambiamento: a sciogliere alcuni nodi indistricabili. Poi il lavoro con il Reiki mi sta aiutando molto sul piano psicofisico e metafisico.
Grazie Daiana. E Grazie Daniela che mi hai guidato fino a Lei.

BEATRICE