Il Blog di Daiana

Come sopravvivere per godersi a pieno il Cammino

1024 683 Daiana Campaini

Quando si è su un cammino spirituale e si percorre la strada della demolizione delle maschere verso una sempre maggiore autenticità, vi renderete conto che, tale percorso, se fatto in coscienza ed onestà, è MOLTO lungo. Per questo è necessario mettere in conto del buon nutrimento per lo Spirito e provvedere regolarmente a reintegrarlo, variarlo, aggiustarlo in quantità ed in qualità. Proprio come fate nella vostra vita quotidiana (definito anche mondo materico o fenomenico) quando vi affidate al binomio nutrizionista-personal trainer. Infatti, quando si allineati con l’Anima mondo fenomenico e mondo metafisico procedono di pari passo perché noi, di fatto, siamo Esseri che compartecipano di due mondi. Quindi, quando si intraprende un cammino spirituale è fondamentale prestare MOLTA attenzione al “cibo spirituale” col quale ci nutriamo perché quello è ciò che cin indirizza e quindi ciò che diventeremo. Scegliete bene le vostre frequentazioni, valutate quanto donarvi, quanto e cosa accettare, scegliete con consapevolezza la musica che ascoltate, i libri che leggete ed i film che guardate perché in Cammino avrete bisogno di sostegno, di vibrazioni nuove con cui potervi rigenerare. Non credo che dopo un’ora di esercizi in palestra scegliereste di farvi una doccia di fango ed una cena a base di unti e fritti…a meno che non dobbiate ancora imparare ad ascoltare il vostro corpo.

Il vostro nutrimento dovranno essere nuove vibrazioni, emozioni pure, esempi di virtù e valori applicati alla realtà. Questo è il sostegno che vi servirà affinché possiate elevarvi sempre più in alto e non cedere alla seducente tentazione di mollare e rimandare il resto del lavoro evolutivo alla prossima vita. Vi darò un indizio da cui ciascuno possa iniziare la sua personalissima (perché se non sarà personalissima non avrà alcun valore) ricerca di buon nutrimento. Recentemente ho visto una miniserie su Netflix, 4 episodi assolutamente PIENI di PURO NUTRIMENTO, si chiama “Tutta la Luce che non possiamo vedere”.

 La mia parte preferita è incastonata come pietra preziosa nell’ultimo episodio, nel risultato di un esperimento feroce, ma di una Luce eclatante in cui si prova CHE NO, il dolore NON BATTE l’Amore.

IN base a ciò che venite a portare nel mondo, sceglietevi i migliori esempi che potete, lasciatevi ispirare e, a vostra volta, createne di nuovi…per chi sta intorno, per chi verrà dopo, per chi abita lontano ma che in qualche modo potrà sentirvi e, grazie a voi, tenersi in vita.

Risvegliate lo strumento potente della Rete, rispolveratelo ed usatelo per spargere nel mondo ed oltre la miglior parte di voi.

La Rete vi appartiene, non è di solo appannaggio del Male, ma se gliela lasciate…allora sì!

Nutrite e sentite dentro di voi Bellezza, Cura, Amore, Abbondanza, Gioia, Fede e Realizzazione fino a riempirvene e poi irradiatele intorno a voi con tutta la forza che potete.

Questo è il solo modo per non restare “territori incolti” e non diventare a poco a poco “schiavi passivi”, terre conquistate dalla violenza e dal terrore.

Mente fresca, occhi aperti, cuori onesti palpitanti e via! Percorretele strade di questo mondo avviando la Nuova Rivoluzione Pacifica.

Il Nuovo Mondo è già qui!

In Lack Ech

 

Foto pinterest e neon su unsplash

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× whatsapp